Trasparenza Rifiuti


In fase di aggiornamento.


Art. 3.1.a – Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti

Gestione tariffe e rapporti con gli utenti

Gestore della raccolta e trasporto

Art. 3.1.b – Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti

Gestore che eroga il servizio

Via Milano 274
Piano primo
Ufficio Tributi
Como, Lombardia 22100
Italia

Orari Ricevimento:

Martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15:30 alle ore 18:30

Gestore della raccolta e trasporto

Via Milano 274
Piano primo
Ufficio Tributi
Como, Lombardia 22100
Italia

Orari Ricevimento:

Martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15:30 alle ore 18:30

Art. 3.1.c – Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Gestore che eroga il servizio

Per eventuali segnalazioni di disservizi o reclami inerenti il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti è possibile contattare il gestore tramite sito web o inviando apposita modulistica.

E’ possibile inoltre contattare l’Ufficio Ambiente del Comune di XXX nelle seguenti modalità:

Orario al pubblico

Lunedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì: dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Martedì: dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Contatti

TELEFONO 031 2222222

FAX 031 555555

EMAIL segreteria@comune.xx.it

Gestore della raccolta e trasporto

Per eventuali segnalazioni di disservizi o reclami inerenti il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti è possibile contattare il gestore tramite sito web o inviando apposita modulistica.

Modulistica

  • Modello 1
  • Modello 2
  • Modello 3

Art. 3.1.d – Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Indicazioni operative

Il servizio di raccolta dei rifiuti urbani è eseguito con modalità porta a porta.

Il rifiuto deve essere esposto davanti al proprio numero civico entro le ore 6.00 del giorno antecedente a quello della raccolta.

Gli utenti per la corretta esposizione devono utilizzare le attrezzature fornite (sacchi, mastelli, bidoni carrellati, ecc).

I giorni di raccolta sono i seguenti:

  • Frazione secca residua: mercoledì
  • Frazione umida: lunedì e giovedì
  • Carta e cartone: venerdì
  • Imballaggi in plastica e lattine: sabato
  • Vetro: martedì

Gli scarti vegetali devono essere conferiti o presso il Centro Comunale di Raccolta o nei contenitori stradali. 

Art. 3.1.e – Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Campagne straordinarie in atto

Nessuna.

Art. 3.1.f – Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Centro Comunale di raccolta

Gli orari del Centro Comunale di raccolta sono così articolati: 

  • Martedì dalle ore 14.00 alle ore 18.00
  • Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 12.00
  • Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00
  • Domenica dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Possono essere conferiti in maniera differenziata i rifiuti ingombranti, i RAEE (apparecchi elettrici ed elettronici), legno, scarti vegetali e i rifiuti pericolosi. I rifiuti conferiti saranno controllati visivamente dall’addetto al servizio di controllo e custodia dell’isola ecologica e, se rispondenti alle tipologie previste, dovranno essere collocati all’interno degli appositi contenitori a cura dell’utente.

Dal 2 gennaio 2020 è possibile richiedere il ritiro gratuito dei rifiuti RAEE e dei rifiuti ingombranti chiamando al numero verde 800 353412 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 15.00. Il ritiro a domicilio viene effettuato il secondo sabato del mese.

Art. 3.1.g – Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Documenti scaricabili

In fase di aggiornamento

Art. 3.1.h – Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

Grafici e statistiche

In fase di aggiornamento


Art. 3.1.i – Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Calendario spazzamento e lavaggio strade

In fase di aggiornamento

Art. 3.1.j – Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Utenza domestica 2 occupanti

Per un’utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l’addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 193,52, calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 0,60090
Tariffa variabile: € 124,21630 Quota fissa: 0,60090 * 100 * (365/365) = 60,09
Quota variabile: 124,21630 * (365/365) = 124,22
Totale imposta: 60,09 + 124,22 = € 184,31
Totale: € 184,31 + 5,00% = € 193,52

Bar, caffè, pasticcerie

Per un’utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l’addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 1137,73, calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 8,23320
Tariffa variabile: € 2,60240
Quota fissa: 8,23320 * 100 * (365/365) = 823,32
Quota variabile: 2,60240 * 100 * (365/365) = 260,24
Totale imposta: 823,32 + 260,24 = € 1083,56
Totale: € 1083,56 + 5,00% = € 1137,73

Negozio di abbigliamento

Per un’utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l’addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 506,14, calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 3,66270
Tariffa variabile: € 1,15780
Quota fissa: 3,66270 * 100 * (365/365) = 366,27
Quota variabile: 1,15780 * 100 * (365/365) = 115,78
Totale imposta: 366,27 + 115,78 = € 482,04
Totale: € 482,04 + 5,00% = € 506,14


Variabili per la determinazione delle tariffe

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)

Generali

Rifiuti urbani prodotti: 3.086,03 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale – € 22,603088
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 68,09%
Fattori di contesto del comune: € 48,177574
Economie e diseconomie di scala: € 0,399298

Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali

Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%

Impianti Regionali

Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 13,795 Km


Art. 3.1.k – Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Riduzioni e agevolazioni applicate

Per le riduzioni e agevolazioni applicate fare riferimento al regolamento TARI pubblicato nella sezione 3.1.m

Art. 3.1.l – Estremi degli atti di approvazione della tariffa per l’anno in corso con riferimento all’ambito o ai comuni serviti

Atti di approvazione

Delibera n. xx/2021

DELIBERA_CC_N_28_2020_TARIFFE_TARI.pdf

Delibera n. xx/2019

Art. 3.1.m – Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva

Art. 3.1.n – Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite

Modello Semplificato F24

  • Gratuito
  • Modello precompilato inviato insieme all’invito al pagamento

PagoPA

  • Con commissioni
  • Modello precompilato inviato insieme all’invito al pagamento

Art. 3.1.o – Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Rata Unica

  • Entro il 30/09/2021 versando il 100%

In più rate

  • 1° Rata entro il 30/09/2021 versando il 33,33%
  • 2° Rata entro il 15/10/2021 versando il 33,33%
  • 3° Rata entro il 31/12/2021 versando il 33,33%

Art. 3.1.p – Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Sanzioni applicate

Le sanzioni sono disciplinate al seguente articolo del Regolamento TARI in vigore:

Art. 35 Sanzioni
1. Le violazioni delle disposizioni riguardanti l’applicazione del tributo e quelle del presente Regolamento sono soggette alle sanzioni previste dall’art. 14, commi 39 – 44 D.L. 201/2011, convertito in L. 214/2011, secondo le modalità previste dal vigente Regolamento per l’applicazione delle sanzioni tributarie.
2. Ai sensi di tali disposizioni, le sanzioni applicabili sono le seguenti:
– omesso o insufficiente versamento del tributo risultante dalla dichiarazione: 30% del tributo o del maggiore tributo dovuto;
– in caso di tardivo versamento effettuato entro il quattordicesimo giorno rispetto ai termini previsti a livello normativo o regolamentare, che il contribuente non abbia provveduto a regolarizzare mediante ravvedimento operoso, la sanzione applicabile sarà pari al 2% del tributo versato tardivamente per ogni giorno di ritardo rispetto alla scadenza;
– omessa presentazione della dichiarazione: sanzione dal 100% al 200% del tributo non versato, con un minimo di € 50,00;
– infedele dichiarazione: sanzione dal 50% al 100% del tributo non versato, con un minimo di € 50,00;
– mancata, incompleta o infedele risposta al questionario trasmesso dal Servizio gestione rifiuti o tributi competente al fini dell’acquisizione di dati rilevanti per l’applicazione del tributo, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso: sanzione da € 100,00 ad € 500,00.

Art. 3.1.q – Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Modalità di segnalazione

I contribuenti che abbiano verificato un’incongruenza nei dati di dettaglio dell’invito al pagamento ricevuto o che debbano comunicarne una variazione possono contattare l’Ufficio Tributi del Comune di XXXX.

È possibile, inoltre, scaricare i moduli allegati per le dovute comunicazioni di cui sopra.

Art. 3.1.r – Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Come richiederli

È possibile ricevere la bolletta in formato digitale inviando la richiesta all’indirizzo e-mail: xxxx@xxxxxx.it

E’ inoltre possibile accedere alla propria area riservata per gestire la propria posizione contributiva e visualizzare tutti i documenti.